Crea sito

Apache – Come creare Virtual Host in Apache 2.2 su Windows

| 25 settembre 2012 | 0 Comments

Ieri ho trovato un interessante articolo che esponeva come impostare su un unico server Apache differenti siti. La soluzione a questo problema sono i Virtual Host. I Virtual Host non sono altro che reindirizzamenti forzati del browser tramite indirizzi fittizi ad altri indirizzi, nel nostro caso a sottocartelle contententi differenti siti web in fase di costruzione. I passaggi sono pochi e semplici ma ottimi per incrementare la produttività quando si lavora su più progetti nello stesso periodo e sulla stessa macchina, oppure quando si è in diversi a lavorare sullo stesso server contemporaneamente.
Supponiamo di avere tre progetti da voler montare su un solo pc e di voler fare in modo che siano raggiungibili tramite differenti indirizzi. Per esigenze particolari decidiamo che uno di questi progetti rimanga all’indirizzo localhost, quindi riassumendo la situazione finale dovrà essere la seguente:

  • 1° sito raggiungibile tramite l’indirizzo http://localhost
  • 2° sito raggiungibile tramite l’indirizzo http://progettouno
  • 3° sito raggiungibile tramite l’indirizzo http://progettodue

1. Creiamo una cartella sul nostro disco, ad esempio C:\vhosts. Essa conterrà tutti i progetti tranne il localhost tramite la creazione di sottocartelle. Nel nostro caso creiamo C:\vhosts\progettouno e C:\vhosts\progettodue

2. Apriamo con notepad il file host di Windows (C:\WINDOWS\system32\drivers\etc\hosts) ed aggiungiamo al localhost già esistente i nostri altri due host. La situazione finale sarà di questo tipo:

127.0.0.1   localhost
127.0.0.1   progettouno
127.0.0.1   progettodue

3. Apriamo con notepad in file httpd.conf della configurazione di Apache. Se avete installato XAMPP si troverà nella cartella “C:\xampp\apache\conf\”, se invece avete installato direttamente Apache sitroverà nella cartella “C:\Program Files\Apache Software Foundation\Apache2.2\conf\”. Cerchiamo la sezione da decommentare per attivare i virtual hosts tramite “#Virtual hosts” e togliemo in commento (il tasto cancellino) da davanti alla riga di include. La situazione finale sarà la seguente:

#Virtual hosts
Include conf/extra/httpd-vhosts.conf

4. Apriamo con notepad il file httpd-vhosts.conf che a seconda se avete installato XAMPP o no si troverà nella cartella “C:\xampp\apache\conf\extra\” oppure “C:\Program Files\Apache Software Foundation\Apache2.2\conf\extra\”. Cerchiamo la riga contente il testo

NameVirtualHost *.80

e la decommentiamo (sempre togliendo il cancelletto davanti). A questo punto, subito sotto questa riga, inseriamo le seguenti righe di codice (da notare che c:/vhost e la nostra cartella scelta prima per contenere tutti i siti tranne il principale):

<Directory C:/vhosts>
Order Deny,Aow
Allow from all
</Directory>

subito sotto inseriamo altre righe di codice. A seconda se stiamo usando XAMPP o solo Apache la DocumentRoot di questa parte di codice andrà settata diversamente “C:/xampp/htdocs” nel caso di XAMPP oppure “C:/htdocs” nel caso di solo Apache.

<VirtualHost *:80>
DocumentRoot C:/xampp/htdocs
ServerName localhost
</VirtualHost>

a questo punto abbiamo riattivato del tutto la situazione come era in precedenza prim adi tutte queste modifiche ed il sito principale di localhost sarà rifunzionante (dopo un riavvio). Per quanto riguarda invece i due altri progetti basterà aggiungere altre righe di codice sotto le precedenti:

<VirtualHost *:80>
DocumentRoot c:/vhosts/progettouno
ServerName progettouno
</VirtualHost>

per il primo, e

<VirtualHost *:80>
DocumentRoot c:/vhosts/progettodue
ServerName progettodue
</VirtualHost>

per il secondo.

5. Riavviate il PC

ATTENZIONE
Esegui come amministratorePer effettuare le modifiche con notepad (o qualsiasi editor testuale) ai file di configurazione di Windows ed Apache dovrete aprirli come amministratore clikkando col il tasto destro sull’icona di notepad e clikkando il tasto “Esegui come amministratore”, solo a questo punto avrete i privilegi di scrittura sul file oltre a quelli di lettura e potrete salvare le modifiche effettuate.
Quando, nei file di configurazione, dovete scrivere dei path, tenete presente che, se in esso sono contenuti degli spazi, lo stesso dovrà essere incluso tra doppi apici.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Tags: , , , , , , , ,

Category: Informatica

About the Author ()

Leave a Reply