Crea sito

Ma cosa mi combini Apple?

| 18 ottobre 2010 | 0 Comments

Un palese caso di viral marketing viene perpetrato in questi giorni tramite youtube e la stampa. Sto parlando del nuovo e “casuale” video realizzato dalla band Atomic Tom nella metro di New York. La storia lanciata dalla band è stata, in poche parole, la seguente: “Ci hanno rubato gli strumenti musicali, ma grazie agli iPhone siamo riusciti a suonare lo stesso in maniera stupenda”. Ci sono varie cose che saltano però all’occhio ad uno sguardo un po’ più attento, ma partiamo con calma. In primis pensiamo ad una povera band rimasta senza strumenti a causa di un furto e ci chiediamo, ma come, non erano assicurati? E come seconda cosa ci chiediamo, possibile che avendo perso il proprio (unico) strumento (cosa impossibile per un musicista professionista averne solo uno) hanno speso soldi in uno stupido telefonino invece che comprarsi un nuovo strumento? Ok, potevano magari averlo da prima ma… tutti e 4 patiti di iphone? Il costo complessivo della strumentazione (amplificatore escluso) è di 599$ moltiplicato per 4 (sempre ammesso che sia la versione “povera” da 16Gb, se no ci sono da aggiungere altri 400$ circa. Totale sui 2400 – 2800$ (sempre cassa esclusa). Visto questo, passiamo al vero e proprio video, lo stesso è girato in alta definizione a 720 pixel, che stranamente è la stessa risoluzione massima di un iphone 4. Se osservate attentamente potrete vedere a 0:49 secondi un ragazzo con un iphone 4 che riprende la scena, poi poco più avanti mentre un secondo iphone 4 continua a riprendere si possono vedere le maniche bianche di un terzo personaggio che tiene in mano un telefonino con due mani (ipotizzo un terzo iphone 4). Dato il taglio delle riprese e la non interruzzione della musica fra un cambio di angolazione e l’altro si intuisce che gli iphone a riprendere erano almeno 2 e molto probabilmente 3. A questo punto il costo di realizzazione strumentale per questo video si alza aggiungendo il costo di altri 3 cellulari di almeno 1800$ (sempre versioni base da 16Gb). Un ultimo punto su cui focalizzare l’attenzione è la scarsa qualità mostrata dagli apparecchi di ripresa che vengono accecati in pieno nel cambio veloce fra luci ed ombre e nella ripresa controluce dando quel tocco di “cosa fatta a mano”, in realtà dimostra solo che è stata ripresa con degli iPhone 4. La conclusione quale è? Mi pare più che palese che quei 4200-4900$ in cellulari qualcuno glieli avrà dati ed immagino proprio chi possa essere stato, inizia con “App” e finisce con “le”. Personalmente la ritengo una cosa veramente di basso profilo… senza togliere nulla al gruppo musicale che comunque ha realizzato una canzone orecchiabile.

C’è un’altra notizia su Apple che oggi mi ha fatto imbestialire ed è questa. Io l’ho letta su La Stampa ma i contenuti sono gli stessi. Alcune persone sono state licenziate nel nuovo Apple Store del centro commerciale Le Gru (vicino a Torino) per motivi inesistenti o futili quali “lei non è abbastanza caloroso con i clienti” oppure “non ha sposato il pensiero Apple”. Dal dipendente sono inoltre trapelate altre notizie interessanti come l’esistenza di un “libretto di regole tascabile”. Qualcosa mi diceva che Apple applicasse la tecnica del lavaggio del cervello ai venditori come tante altre grosse società Americane (soprattutto quelle piramidali), ma non ne avevo avuto ancora la certezza, fino ad oggi.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 1 vote)
Ma cosa mi combini Apple?, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Tags:

Category: Notizie

About the Author ()

Leave a Reply