Crea sito

Qual’è la destra più sanguinaria

| 18 giugno 2009 | 3 Comments

sanguinaria

27 gennaio 1939. Mio nonno scrisse queste parole sul suo taccuino. Quello stesso giorno, 6 anni dopo, vennero aperti dall’Armata Rossa i cancelli di Auschwitz ed il mondo scoprì l’orrore che vi si celava alle spalle. Questo, almeno, tramanda la storia. In realtà, alcuni campi di cocentramento erano già stati scoperti nei giorni precedenti. Dal 2000 le vittime dell’Olocausto, del fascismo e del nazismo sono ricordate con la Giornata della Memoria che si svolge esattamente il 27 gennaio. Tutto molto bello e perfettamente giusto, ma gli altri? Le vittime dimenticate dalla storia? Quanto tempo ci vorrà ancora per commemorare le vittime crudelmente massacrate dalle brigate partigiane “liberatrici”?

Quando l’RSI fu formata, cosa che è scritta in tutti i libri di storia, fu subito palese che fosse stato grazie all’appoggio delle truppe tedesche e della Germania. Difficilmente sarebbe riuscito a formarsi da solo uno Stato del genere con a capo un Mussolini destituito e segregato. Quello che non riesco a spiegarmi è l’odio che gli italiani provarono e provano ancora oggi per gli altri italiani che all’epoca fecero una scelta differente dalla loro. Tutti e due gli schieramenti combattevano per la propria patria, nessuno avrebbe voluto essere succube di un altro paese, Germania o America che fosse. Innumerevoli stragi furono compiute dalle brigate partigiane, ma il loro ricordo, in molti casi, è stato tramandato addirittura senza i nomi delle vittime (solo nel caso sia rimasto qualcuno in vita per tramandarlo, cosa non sempre detta). Nelle cronache riguardanti queste stragi senza un perchè, si parla di persone che:
vennero piegate in due fine a spezzargli la spina dorsale
furono squartate e gettate sanguinanti ai porci per essere mangiate vive
furono violentate ripetutamente per ore e uccise con mutilazioni continue fino al giungere della morte
a cui vennero strappate le unghie (in moltissimi casi) ed i denti
furono annegate
furono schiacciate con autocarri
furono uccise con bombe a mano (erano già prigionieri e legati)
Furono gettate dai campanili
furono bruciate vive
furono crocifisse
a cui furono fatti ingoiare oggetti (lamette, spille)
a cui urono infilate spille o oggetti accuminati nei genitali
a cui fu dato fuoco ripetutamente con carta o bambagia imbevuta di benzina ai genitali o in bocca
a cui fu inchiodata la lingua
a cui furono mozzate le mani
a cui furono mozzati i genitali
a cui furono strappati gli occhi
a cui furono tagliati i genitali
furono sepolte vive

e chissà cos’altro che non si saprà mai. Logicamente la conclusione di tutte queste orribili torture era la morte.

Le vittime di queste stragi sono diverse migliaia e moltissime giacciono ancora, a distanza di oltre 60 anni, senza una degna sepoltura. Alcuni non potranno mai riceverla essendo stati bruciati o buttati nei fiumi.

Da qualche tempo sto portando avanti la catalogazione delle lapidi e monumenti commemorativi di Torino. Grazie a ciò mi sono accorto che, per la storia ufficiale della città, nessuno della fazione opposta a quella partigiana risulta mai essere stato ucciso a Torino. Cosa impossibile. Per fare un esempio, si ricorda che 18 donne appartenenti all’RSI in qualità di ausiliare (di solito addette a servizi secondari e non al combattimento anche se addestrate) furono trucidate a Torino. Nessuna targa ne ricorda il nome, il luogo o la data in cui furono uccise e molto probabilmente subirono violenze di ogni tipo.

Grazie “liberatori”. Dopo aver detto questo mi sento anche io veramente più libero.

Una lista delle stragi “ufficiali” italiane

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Qual’è la destra più sanguinaria, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Related Images:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Notizie

About the Author ()

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Claus scrive:

    Purtroppo la guerra funziona così, i vincitori scrivono la storia come più piace tralasciando gli orrori commessi

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.0/5 (2 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. aramis scrive:

    Sono questi retaggi della storia nascosti dalla sinistra, a cui la DC fu connivente la causa prima di questo antagonismo anomalo fra destra e sinistra in Italia. Finchè non verranno date le giuste colpe ai partigiani, che a quanto diceva mio padre (apolitico) erano dei delinquenti, e non verrà riscritta ed insegnata nelle scuole la vera storia della liberazione e del dopoguerra, Ci sarà sempre questo astio fra fazioni.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 4.5/5 (2 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. MindLab scrive:

    Logicamente ci saranno stati anche moltissimi partigiani che non erano d’accordo con quello che gli fu ordinato di fare ma ci si sarebbe aspettato da loro, essendo delle persone che combattevano per la libertà ed ideali di eguaglianza sociale, che si rivoltasero riportando la giustizia anche all’interno delle loro schiere. Cosa che non avvenne. Anzi, in alcuni paesi di montagna, ancora oggi, molta gente che sa, ha paura di parlare per ritorsioni da parte degli ex partigiani che uccisero all’epoca. Assurdo. Ogni tanto salta fuori qualche scheletro nascosto in qualche casale e si riscopre qualche vittima della liberazione nascosta da decine e decine di anni. Solo qualche volta però un avviso anonimo da un nome a quei resti.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Leave a Reply