Crea sito

Se vostra moglie dice che ha un appuntamento alla body farm, non gli credete!

| 15 maggio 2008 | 0 Comments

Il titolo di questo post è volutamente scherzoso per smorzarne un po’ i toni, ma l’argomento è abbastanza grave e non so quanto conosciuto in Italia. Molti di voi non si saranno accorti della parola body al posto di beauty nel titolo… bene, ora ve ne siete accorti di sicuro! Le beauty farm le avete presente? Quei posti dove puoi fare i bagni nel fango, la pulizia del viso, etc etc. Ecco la body farm non centra nulla! E’ semplicemente un campo dove il tuo corpo viene lasciato a decomporsi per motivi di studio.

Anni fa, effettivamente, mi chiesi come facessero nella realtà (e nei film), analizzando il corpo, ad intuire quanto tempo fosse passato dal decesso. Mi ero autorisposto che sicuramente si basavano sugli studi che avevo letto di medicina legale su libri del 1880. Mi sbagliavo, almeno in parte… Fino a qualche anno fa, effettivamente forse era così come pensavo, ma ora assolutamente no. Nel 1981 il dottor William M. Bass ha iniziato i suoi studi di antropologia forense presso il Centro Medico dell’Università del Tennessee. La pratica è semplice:

1) Prendi dei corpi umani (abbandonati o donati alla scienza).
2) Li butti come capita a terra (o li prepari).
3) Li lasci lì per mesi.
4) Osservi, filmi e prendi tessuti e insetti.
5) Raccogli, pulisci le ossa e impacchetti per il futuro.

Da 27 anni sta andando così, il numero dei campi e dei corpi è aumentato esponenzialmente negli anni, tanto che in questi gioni dovrebbe essere stato aperto un nuovo “campetto sportivo per vermi” nel Texas, oltre a quelli già esistenti.

Sulla realizzazione del primo centro ci potevo anche stare, ho visto gli studi precedenti al 1981 ed erano effettivamente troppo poco precisi per dare datazioni decenti, ma quello che mi da fastidio è che questa pratica si effettui ancora oggi! Non ci sono stati ancora abbastanza “morticini disseccati” per farsi una precisa idea di come avviene una decomposizione e la sua tempistica?

C’è una sola cosa che ritengo positiva in tutto ciò. Dagli studi ricavati da queste prove sul campo, è nato un nuovo ramo della scienza, che in questi anni abbiamo visto usare molte volte nelle serie televisive americane, l’entomologia forense. Lo studio delle forme di vita (insetti) che nascono e muoiono sui corpi in decomposione nelle sue varie fasi.

Una curiosità di questi studi… esiste una formula matematica che (molto approssimativamente) sintetizza il numero di giorni necessari alla completa scheletrizzazione o mummificazione di un cadavere abbandonato ed è:

y = 1285/x

dove y è il numero dei giorni necessari e x la temperatura media in gradi centigradi.

Ah un’ultima cosa! Per stessa ammissione di colui che ha creato il primo progetto nel 1981, i dati ricavati da questi studi, possono valere approssimativamente a causa soprattutto dei diversi tipi di insetto spazzino che si trovano nelle varie zone del Mondo. Utile continuare nello stesso centro per 27 anni lo studio no? uuuuuh come è utileeeeeeeeeee:P

Fonti:
http://en.wikipedia.org/wiki/Body_Farm
http://curiosociety.wordpress.com/2007/10/30/the-remains-of-doctor-bass/

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Related Images:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Senza categoria

About the Author ()

Leave a Reply