Crea sito

La pietosa situazione in cui versa iGoogle Themes

| 25 marzo 2009 | 3 Comments

Mesi e mesi fa avevo creato 2 temi per iGoogle (in realtà erano 3 ma il terzo non l’ho nemmeno mai provato a mandare per ripicca) . I miei temi non erano il massimo della grafica ma era lo sviluppo di una mia idea che forse sarebbe piaciuta a qualcuno. L’idea era di fare una serie di temi basati su sfondi di vari colori con le ombre dei panorami in controluce. Nulla di particolare impegnativo insomma ma comunque di una certa qualità dato il tempo che ci dedicai. Non era un semplice copia e incolla di una immagine trovata su internet. Orbene, questi due temi, anche se sottomessi innumerevoli volte a Google, non sono mai stati pubblicati. E va beh su questo non posso sindacare, magari quello che seleziona i temi manualmente è un deficente, ma resta il fatto che è stata invece pubblicata una marea di temi che dire PIETOSI è dir poco. Questo lo dico non per la scelta del soggetto (che  è oggettivo), ma per il fatto che moltissimi temi sono semplicemente un copia  e incolla di immagini sul tema standard senza nemmeno curarsi della larghezza e altezza delle immagini come invece è chiaramente IMPOSTO da Google. Dopo mesi di silenzio, ho deciso di parlarne. Decine di disegnatori professionisti (della top cento) stanno lasciando il progetto Themes di iGoogle per colpa dell’inefficenza e trascuratezza dello stesso. Sono iscritto da mesi alla newsletter dei designers di temi e posso dirvi che la situazione è davvero insostenibile. Da mesi, moltissimi utenti si stanno lamentando perchè i propri temi vengono completamente snobbati anche avendoci passato moltissimo tempo per crearli e quando un tema creato viene accetto o Google risponde ad una lamentela, sembra quasi come se Dio fosse sceso sulla terra e lo avesse toccato con un dito sulla fronte. E’ una situazione davvero molto triste e non credo troverà mai una soluzione. Resta il fatto che personalmente, da quando sono stati snobbati i miei temi (impossibilitandomi anche ad usarsi sulla mia stessa pagina se non in fase di test), non desidero più collaborare con Google per qualsiasi tipo di progetto in cui non si dimostri da parte loro un minimo di serietà.

Questo è un esempio di tema PIETOSO fatto da qualcuno ed accettato da Google (notare i colori ORRENDI e la mancanza di immagine di fondo e firma):

skifoQuesti invece erano i miei due temi mai accettati:

la_mia_africa

il_mio_treno

Erano davvero così brutti? Basilari si (e volutamente basilari e basati su colori scuri), ma brutti non mi pare!

P.S. Un esempio delle centinaia di pagine di email di lamentele provenienti dalla newsletter di disegnatori di temi.

lamentele

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
La pietosa situazione in cui versa iGoogle Themes, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Notizie

About the Author ()

Comments (3)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Claus scrive:

    E io che sono alla continua ricerca di un tema che mi piacia veramente

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. Alb3rt1 scrive:

    I tuoi temi non eran poi così brutti, mi aspettavodi peggio :)
    Porta pazienza, è un mondo difficile…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. MindLab scrive:

    Beh, alla fine una delle due testate l’ho utilizzata per questo blog proprio ieri. Per Google a quanto pare non era all’altezza ma sul blog mi pare stia proprio bene:P

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Leave a Reply