Crea sito

Le morti italiane più strane del 2008 – 1° Parte

| 19 febbraio 2009 | 10 Comments

In Italia molta gente muore per strani motivi, qui alcuni esempi tratti dalle pagine dei giornali. Questa è la prima parte, prossimamente la seconda :)

Una dolce morte

17/10/2008, Ragusa. Giuseppe Tumino, un operaio di una azienda dolciaria siciliana, è stato ritrovarto cadavere in una impastatrice della società. L’uomo, probabilmente, stava pulendo il macchinario, quando improvvisamente le pale si sono attivate uccidendolo e straziandone il corpo fin oltre l’orario di chiusura quando è stato notato.

http://mortisullavoro.wordpress.com/2008/10/17/giuseppe-tumino-38-anni-operaio-ragusa/

Prendere il treno al volo

26/12/2008, Catanzaro. Una donna rumena, probabilmente nei pressi di un passaggio a livello, è stata investita e agganciata dal treno proveniente da Catanzaro Lido e diretto a Roma Termini. Il macchinista, non rendendosi conto dell’accaduto, ha continuato fino alla stazione di Cropani Marina che si trova a qualche km dal luogo dell’incidente. Quando il treno è entrato in stazione la gente ferma sulla banchina, in attesa del treno, si è visto passare davanti il convoglio con metà del corpo della donna agganciato al locomotore. Il resto si era consumanto sfregando sul selciato per km. Non si sa se la donna sia morta nell’impatto o in seguito allo sfregamento.

http://www.instablog.org/notizie/22554.html

Uccisa dalle foglie morte al cimitero

30/10/2008, Pagazzano(Bergamo).Sara Dognini, una ragazza di 26 anni, si era recata al cimitero a far visita ai propri defunti. Dalle ricostruzioni, pare avesse preso una scopa per spazzare le foglie morte sulla tomba di famiglia, quando, improvvisamente, il marmo della tomba ha ceduto e la donna ha fatto un volo di 3 metri sbattendo la testa e morendo sul colpo.

http://www.siciliainformazioni.com/giornale/cronaca/italia/33308/tragedia-cimitero-bergamasco-donna-cade-dentro-tomba-muore.htm

Scappa ma il fulmine è più veloce di lui

6/7/2008, Vizzola Ticino (Varese). Un uomo, residente nella provincia di Milano, aveva deciso di recarsi in villeggiatura a Vizzola Ticino in una piccola spiaggia sul Ticino ben sapendo che il meteo prevedeva maltempo. Improvvisamente il cielo si è oscurato e le centinaia di turisti, che si trovavano in spiaggia, si sono messi a correre in direzione delle auto. Mentre correva verso la sua auto un fulmine lo ha centrato in pieno, uccidendolo sul colpo.

http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsId=83548

Scampa due volte alla morte ma alla terza ci rimette la vita

18/12/2008, San Lorenzo Isontino (Gorizia). Massimiliano Marini ha un incidente stradale con un autocarro sloveno e viene trasportato in elisoccorso in ospedale ma viene dimesso la sera stessa. Dopo essersi riposato tutto il giorno dopo l’incidente, il giorno successivo esce con l’auto ma finisce con la propria auto in una vigna. Uscito quasi indenne dall’abitacolo si incammina verso casa ma viene investito dall’auto di Franca Urbancig che non lo aveva visto. Questa volta l’elisoccorso non ha potuto fare miracoli, l’uomo è morto.

http://www.fvg24.it/2008/12/18/gorizia-dopo-un-incidente-esce-dallauto-viene-travolto-e-ucciso/

Cosa si fa per un’auto…

16/07/2008, Spini di Gardolo (Trento). Gerhard Adolf Zeitler Plattner è in coda con la sua auto, una Porsche Cayenne nuova di zecca. Le auto si trovano a cavallo di un passaggio a livello ferroviario. Come era prevedibile, improvvisamente, le due sbarre scendono, lasciando l’auto esattamente sui binari. Il proprietario dell’auto, vista la situazione, scende e invece di togliersi dai binari, va incontro al treno seguendo i binari. La sua convinzione era quella di far fermare il treno prima del passaggio a livello e salvare, quindi, la sua auto. GLi altri automobilisti, vista la scena, cercarono di alzare una sbarra per far passare l’auto e Plattner, una volta vista la scena, corse verso la propria auto. In quel momento arrivò il treno in piena frenata che prese l’uomo scagliandolo a 30 metri dal punto d’impatto e la macchina scaraventandola al lato del selciato. Inutili i tentativi di rianimarlo.

http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=7242149&p=8

Ladro di carburante si accende una sigaretta

01/10/2008, Napoli. Un edificio crolla a seguito di una esplosione in una zona di pasaggio di oleodotti (ex raffineria) della Q8. Fra le macerie di una casupola si troverà il corpo di un uomo che probabilmente ha causato il disastro. Affianco all’uomo si trovava un furgone e nella conduttura della Q8 un rubinetto con un adattatore per travasare carburante nel mezzo. L’ambiante saturo e una sigaretta accesa probabilmente hanno provocato il disastro…

http://www.repubblica.it/2008/08/sezioni/cronaca/incidenti-lavoro-6/furto-fabbrica/furto-fabbrica.html

Esce con il cane e viene investita da un rallista

09/03/2008, Brucciano (Lucca). Susanna Biagioni, 40 anni, esce con il cane e si porta anche la figlia. Si fermano nei pressi di una curva, vicino a casa loro, ad osservare le auto da rally che passano. Improvvisamente, forse per uno strattone del cane, la donna scivola sull’erba fino ad arrivare in strada. Prima che riuscisse a rialzarsi da terra, la Subaru Impreza guidata dal pluricampione Andrea Aghini centra in pieno la donna uccidendola sul colpo.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/03/09/morte-al-rally-travolta-dall-auto-in.html

Muore incatenato ad un albero per un gioco erotico

08/09/09, Bologna. Si era fatto incatenare di notte ad un albero dal suo amico come gioco erotico. Michele Tropper, colui che faceva la parte del padrone nel gioco, dice di aver tirato la catena che il ragazzo aveva attorno al collo ed ai polsi almeno 5 volte prima di accorgesi che era morto soffocato. E dire che il gioco consisteva proprio nel provocare lo stato di ipossia, forse però in questo caso un po’ troppo prolungata…

http://www.corriere.it/cronache/08_settembre_08/bologna_ragazza_morta_2f1094dc-7dd4-11dd-8ad1-00144f02aabc.shtml

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 9.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Le morti italiane più strane del 2008 - 1° Parte, 9.0 out of 10 based on 1 rating

Related Images:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Notizie

About the Author ()

Comments (10)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Lisa scrive:

    Massimiliano Marini era uno tra i miei migliori amici…non è andata proprio come hai scritto ma questi sono affari privati, è soprattutto quel CI RIMANE a darmi parecchio fastidio…un altro termine più rispettoso sarebbe stato più gradito.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  2. MindLab scrive:

    Effettivamente il “ci rimane” da un amico o parente può essere letto in maniera come si può dire offensiva anche se, a tutti gli effetti, poi è quello che è successo. Come da tua indicazione ho cambiato nell’articolo in “ci rimette la vita” sperando possa essere letto in maniera più neutra. Per quanto riguarda la descrizione dell’evento l’ho presa dall’articolo del giornale che ho linkato sotto e descritto a mie parole, se poi però quello che ha scritto l’articolo non sapeva cosa stava scrivendo, questo non lo so (se lo dici tu che eri un amico e affermi che sono cose private crederti non mi costa nulla). So solo di aver letto la stessa notizia descritta con parole diverse ma in sostanza sempre uguale in altre due pagine oltre a quella segnalata. In ultimo mi scuso per il ritardo nella risposta e nella pubblicazione del tuo commento, mi era sfuggito fra lo spam vario. Mea culpa. Come avrai notato la 2° parte dell’articolo ho deciso di non renderla più pubblica (anche avendola già scritta) perchè mi sono reso conto, dopo aver pubblicato la prima parte, che quello che scrivevo poteva essere mal interpretato da parenti e amici e tutta per colpa della mia velocità nello scrivere e non ricontrollare approfonditamente pesando le parole come era necessario in questo caso.

    Grazie della segnalazione e disponibile ad altre eventuali critiche e/o modifiche.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  3. Lisa scrive:

    Ti ringrazio per la correzione.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  4. Agnese scrive:

    Guarda, a parte il fatto che ritengo una cosa vergognosa raccogliere “le morti più strane dell’anno” (ma vincono anche un premio?). Se proprio hai bisogno di attenzioni e non hai altro da fare che riportare queste notizie ometti almeno i nomi, perchè se per te quelle persone nn significano nulla magari x qualcun’altro erano amici, parenti… cmq fossi in te troverei un hobby + sano che magari non abbia a che fare con la vita delle gente che non c’è più, perchè anche se sono morte in modo “stano” credo abbiano il diritto a essere rispettate….

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 1.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  5. MindLab scrive:

    X Agnese: Si fra i miei hobby c’è anche il volontariato in protezione civile e aiutare la gente quando e come posso. Sono stato 10 giorni in Abruzzo subito dopo la tragedia a costruire tende, montare bagni chimici, spargere ghiaia, sistemare anziani nelle tende, montare l’impianto elettrico, montare centinaia di stufette elettriche, picconare, spalare, pulire piatti della mensa da 1200-1400 persone prendendo l’insolazione di giorno e morendo di freddo la notte ma felice di averlo fatto. Se ti risultava offensivo l’articolo bastava che gentilmente ne richiedessi l’eliminazione spiegandone il motivo. Dal mio punto di vista mi pareva più trasparente lasciare l’articolo con le mie scuse sotto che far sparire la MIA colpa o no?. Il mondo non è fatto di Zulù che non sanno discutere e capire. L’educazione per me non è un’opinione.

    X Lisa: Prego. Era doveroso da parte mia, in caso comunque tu ne richieda la cancellazione totale non mi oppongo in alcun modo, lascerò solo il titolo dell’articolo ed i commenti. Il tuo commento era educato e (giustamente) dal tono adirato.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  6. Agnese scrive:

    Senti, questi discorsetti da eroe che insegna l’educazione te li puoi tenere x te. Se fossi stata maleducata stai tranquillo che non avrei scritto quello che ho scritto. E cmq, visto che 6 uno che fa volontariato e vede la vita x lo schifo che è sai benissimo cosa voglio dire quando dico che per qualcuno questi nomi raccolti nella tua classifica rappresentano qualcosa di importante, nel mio caso ci sono 2 persone che conoscevo. E già che ci sei mettiti nei miei panni, o in quelli di Lisa e dimmi cosa avresti provato tu nel veder finire degli amici a cui volevi bene in una classifica x le morti più strane dell’anno…

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 1.0/5 (1 vote cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  7. MindLab scrive:

    Spiacente ma reputo offensiva anche questa frase: “Senti, questi discorsetti da eroe che insegna l’educazione te li puoi tenere x te” e dire che è proprio la tua prima frase. Se non mi fossi messo nei panni avrei cestinato già le tue risposte per il modo in cui mi hai aggredito e mi continui ad aggredire. Una frase iniziata con “SENTI” fino a prova contraria è di carattere offensivo. Se vuoi continuare con questa storia all’inifinito per me va bene anche se mi annoia incredibilmente, se invece vuoi che cancelli l’articolo hai solo da chiederlo in maniera educata, dopo puoi anche mandarmi a fanculo in vietnamita o koreano su qualsiasi altro articolo. In maniera educata chiedi, in maniera educata rispondo. Non mi interessa nemmeno che tu mi dica perfavore o altre forme edulcoranti, mi basta un semplice “potresti cancellarlo?” ed io lo faccio. Sono sempre di parola.

    Altra cosa… come chiedi tu, se avessi visto un articolo così con persone che conoscevo semplicemente avrei chiesto prima alla persona che lo aveva scritto se si era accorta del modo in cui era posto il tema e alla risposta affermativa avrei chiesto la cancellazione educatamente e senza incazzarmi, tanto non serve a nulla. L’ho già detto, non siamo Zulù.

    P.S. l’educazione non sta nell’essere sicuri di averla ma nel mostrarla agli altri, poi sono loro a capire se la dimostri o no.

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  8. Nicolò scrive:

    Smettila mindlab, sei noioso, tedioso.. Agnese ha ragione.. guarda, te lo dico senza alcun trasporto emotivo. La sua ostilità è giustificatissima. Come avrebbe potuto essere tenera data l’insensatezza di queste informazioni su morti strane?? A volte la gente sembra avere seri problemi.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  9. MindLab scrive:

    Mi chiedo perchè certa gente cerchi su google informazioni che portano a certe pagine che poi non vogliono leggere. E’ vero a volte la gente sembra avere gravi problemi. Eccone un esempio. Bla Bla Bla

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)
  10. Samu scrive:

    Beh, in parte son d’accordi con Agnese in parte con MindLab: Agnese si è giustamente incazzata, ma penso anche che MindLab non volesse offendere nessuno–> l’incazzatura è giustificata e capibile, la mancanza di rispetto meno: bisogna sempre concedere il beneficio del dubbio! Oltretutto per certe situazioni, non si può negare che effettivamente siano strane. Detto qto, ha ragione MindLab a dire: se non volete leggere certe cose che cavolo ci fate qua? Un po’ più di coerenza sarebbe davvero gradita, in qto come in altri settori! (spero di non offendere nessuno…)

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Leave a Reply