Crea sito

Beppe Grillo e l’assorbente che uccide

| 9 marzo 2008 | 0 Comments

Una volta il motto diceva “Verba volant, scripta manent” (le parole volano, le parole scritte rimangono), ora sarebbe forse meglio dire “verba volant, video manent”. Nell’epoca di internet quasi ogni cosa detta da persona “famose”, viene filmata e messa in rete sotto gli occhi di tutti. Caro Beppe Grillo, ti sto osservando da parecchio tempo, da quando facevi dei discorsi giusti e con senso fino agli ultimi mesi in cui sei completamente impazzito. Non so se ti risentissi e rivedessi se crederesti a ciò che hai detto. Hai osato dire ai tedeschi di invaderci, così staremmo meglio e tante altre cose che io ho reputato offensive per me e per la mia nazione (ed in teoria anche la tua). Ma ora hai superato il limite. Dire alle donne della nostra nazione che sono responsabili dell’emergenza immondizia a Napoli. Ma sei rincoglionito di colpo? Non so se ti rendi conto che in tutto gli assorbenti usati dalle donne di Napoli saranno lo 0,2% del totale della pattumiera. Ti faccio notare (se non li avessi mai visti da vicino), che sia gli assorbenti esterni che quelli interni, sono prodotti in fibre (carta e cotone), biodegradabili in pochissimo tempo, il sottostrato degli assorbenti esterni in plastica è davvero sottile e credo si distrugga in poco tempo anche quello, mentre in quelli interni nemmeno è presente. Ora accendi il cervello un attimo. Secondo te le donne dovrebbero ficcarsi dentro quel cono di plastica perchè lo fanno le americane, beh mi dispiace informarti ma qui siamo in Italia, non è stata ancora invasa. Seconda cosa, non tutte le donne provano piacere nel ficcarsi le dita dentro, sai com’è… non sono donna ma io lo capisco, non capisco invece come fai a non capirlo anche tu. Altra cosetta… probabilmente nei bagni pubblici d’oltreoceano non si utilizza l’antibagno come da noi, dove sono presenti i lavandini e i veri bagni dove sono presenti solo i wc. Secondo te quindi una donna ITALIANA dovrebbe togliersi il coso, correre sanguinando fino al lavandino, sciacquarlo bene (e cmq non si disinfetta, norme igeniche basilari ZERO), ricorrere in bagno e rimetterselo dentro? Questo davanti ad altre donne nell’antibagno?(ammesso che sia solo un bagno per donne) Se ammetti che questo non funziona, capirai che per evitare questo iconveniente ci sono due soluzioni possibili. O prendi il coso usato e lo avvolgi in carta e te lo metti in borsa, scambiandolo con altro pulito (e la soluzione fa veramente schifo), oppure ti metti la carta igenica lì e corrì a lavarlo sperando di non essere beccata, ma almeno non ti sporchi di sangue fino alle caviglie. Comunque sia in tutti e due i casi vi è un ampio utilizzo di carta igenica che guardacaso è carta come quella degli assorbenti!!! In pratica: identico spreco e fastidio superiore sotto molti punti di vista. Ed ora un ultimo appunto… mi spieghi come non usare i profilattici per non inquinare? Sono fatti in materiale resistente all’acqua, allo sfregamento, allo strappo e credo che siano praticamente indistruttibili in natura. Anche noi uomini dovremmo andare in giro con una coppetta “raccoglieseme”?

Per questo motivo da ora in poi sarò contro di te, nel caso ritorni a dire cose sensate, ricomincerò FORSE a riascoltare le cose che dici anche se non è detto che sia daccordo con te. Ma una cosa è fare discorsi sensati un altro è avere una opinione plausibile. Tu ora sei nel primo gruppo, quelli che fanno discorsi senza senso.

Per segnalare la nostra posizione, mia e della mia ragazza, in alto a destra nel sito vi è una barra con scritto “Non affetti dalla sindrome del GRILLO parlante”, ovvero noi non ascolteremo più i tuoi discorsi, in qualsiasi forma essi vengano resi pubblici. Ci sono già abbastanza stronzate dette dai politici da ascoltare, ci manchi solo tu!

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 5.5/10 (2 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: -1 (from 1 vote)
Beppe Grillo e l'assorbente che uccide, 5.5 out of 10 based on 2 ratings

Related Images:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Senza categoria

About the Author ()

Leave a Reply