Crea sito

Walter Ciszek, il prete spia

| 9 gennaio 2009 | 1 Comment

Quando nacque, in America nel 1904, nessuno avrebbe mai scommesso che quel neonato sarebbe stato, da grande, un prete e sarebbe stato partecipe di uno dei più grandi scandali vaticani del 1900. Walter Ciszek, figlio di due immigrati polacchi, nel 1928, decise di entrare in noviziato, sconvolgendo i genitori. Trasferitosi a Roma nel 1934 per studiare teologia, storia, liturgia e lingua russa, fu ordinato prete nel 1937. La chiesa lo inviò come missionario in Polonia, ma l’anno dopo quella parte dello stato polacco venne invasa dai russi e la sua missione chiusa. ciszekCiszek, invece di ritirarsi dal territorio occupato, decise di addentrarsi nello stato russo e condurre la sua missione lì. Percorsi 2400 km in treno insieme ad altri 2 religiosi, si fermò in un paesino sui monti urali, lavorando come falegname e continuando contemporaneamente la sua missione di religioso. Nel 1941 venne catturato dai servizi segreti russi e sotto tortura, gli venne fatta firmare una confessione scritta in cui affermava di essere una spia vaticana e venne condannato a 15 anni di gulag. Per 5 anni venne tenuto in isolamento in un carcere di Mosca, dal 1946 al 1953 venne utilizzato per  caricare il carbone sulle navi, dal 1953 al 1955 lavorò nelle miniere. Una volta terminati i propri anni di prigionia, fu rilasciato a Norilsk. Dopo 14 anni di prigionia potè, finalmente, scrivere una lettera ai suoi parenti in America che lo credevano morto da molti anni. Ciszek aprì segretamente una missione a Krasnoyarsk, dove era stato trasferito dal KGB, ma una volta scopertò, fu rispostato ad Abakan dove, finalmente, potè ricevere la risposta alle sue lettere scritte alle sorelle anni prima. Era il 1963 e lavorava come meccanico quando l’Unione Sovietica si mise daccordo con gli Stati Uniti per uno cambio di prigionieri e Ciszek venne definitivamente rilasciato dopo circa 23 anni di prigionia e privazioni. L’8 dicembre del 1984 Walter Ciszek morì, dopo aver scritto due libri sulla sua odissea.

Nel 1990 è stato avviato il processo di beatificazione e canonizzazione.

Cosa doveva spiare? Mah, mistero…

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Related Images:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Senza categoria

About the Author ()

Comments (1)

Trackback URL | Comments RSS Feed

  1. Chupina scrive:

    Beh penso che forse spiava i russi così le truppe vaticane potevano invadere la russia?! ahauahah l’ho visto l’esercito del vaticano!! ioo!!

    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0.0/5 (0 votes cast)
    VN:F [1.9.22_1171]
    Rating: 0 (from 0 votes)

Leave a Reply