Crea sito

C’erano una volta i Blues Brothers

| 12 dicembre 2007 | 0 Comments

Molte volte su wikipedia si fanno scoperte stupefacenti. Nel 1979 il regista John Landis, per il suo film “The Blues Brothers”, scelse delle locations particolari. Una di queste scene passò alla storia per essere stata la prima scena di inseguimento in auto all’interno di un edificio. Per anni mi sono chiesto come avessero fatto a rimettere in sesto il centro commerciale che veniva distrutto durante da scena. Ora ho scoperto la risposta, non fu mai rimesso a posto. Il vero centro commerciale si chiamava “Dixie Square” ed era ad Harvey in Illinois (visto da satellite qui sotto).
[microsoftmap=41.613080072481274,-87.66842007637024]17[/microsoftmap]
Venne aperto nel 1966 e dopo un periodo di grande successo, in seguido alla crescita della criminalità nella zona e ad una errata politica commerciale, dopo alcuni vani tentativi di rilancio, chiude definitivamente i battenti nel 1978. Nel 1979 venne effettuata una megaliquidazione per liberare i locali dalla merce invenduta. Più tardi, nello stesso anno, John Landis affittò i locali per girare il famoso inseguimento. Da quello che ho potuto leggere, i negozi vennero riempiti nuovamente di merce e furono girate le scene in cui merce, vetrine e muri venivano frantumati (nel filmato qui sotto le scene del film a confronto con le attuali girate con una replica della Bluesmobile).

Alla fine del film il centro commerciale venne lasciato nello stesso stato in cui si trovava a fine riprese. Dopo ciò il centro commerciale rimase in uno stato di abbandono per quasi 30 anni, molte volte rischio di essere abbattuto, vi scoppiarono due incendi all’interno (uno dei quali quasi lo rase al suolo), ci furono due rapimenti di persona e un omicidio al suo interno e nel 2006 il 20% dell’edificio venne abbattuto prima che i lavori si fermassero e il nuovo proprietario fosse arrestato per traffico illegale di armi. All’interno, fino al 2006, quando dei VANDALI la distrussero per ricavarne dei ricordini, si trovava ancora l’insegna di uno dei finti negozi creati per il film, visto che il negozio originale non aveva dato il permesso di utilizzare la propria insegna (nel filmato qui sotto il video in cui staccano col coltello le lettere dell’insegna 1 a 1).

Un’altra scena importante del film è quella iniziale in cui Jack esce dal carcere. La scena venne girata nel Joliet Correctional Center a Joliet, sempre in Illinois.

Il carcere all’epoca delle riprese era ancora in funzione. Venne chiuso nel 2002 a causa dell’inadeguatezza delle strutture e della poca sicurezza. La parte interessante di questa storia è che la stessa prigione è stata usata per una serie che in molti paesi ha avuto enorme successo, “Prison Break”. Ecco perchè mi pareva già vista.

[microsoftmap=41.54692999335176,-88.07424366474152]17[/microsoftmap]
L’immagine è tratta dalla sigla di Prison Break mentre la mappa è la visuale da satellite è quella del carcere in cui sono stati girati sia il film che il telefilm. L’ingresso da cui esce Jack dei Blues Brothers è quello di destra nella vista da satellite.

Fonti:
http://it.wikipedia.org/wiki/The_Blues_Brothers
http://it.wikipedia.org/wiki/Prison_break
http://en.wikipedia.org/wiki/Joliet_Prison
http://en.wikipedia.org/wiki/Dixie_Square_Mall

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)

Related Images:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Category: Senza categoria

About the Author ()

Leave a Reply